Il Palazzo del Comune - La nuova facciata del Municipio racconta la nostra storia.

creato da Chiara Montorsi ultima modifica 21/02/2019 12:08
Opere di Nicola Zamboni e Sara Bolzani.

Il Palazzo del Comune è la casa di tutti i cittadini. E' qui, se ci pensiamo, che comunichiamo la gioia della nascita di un nuovo cittadino, è da qui che molti dei servizi che rischiamo di dare per scontati nel corso della vita vengono pensati, programmati ed erogati, ed è sempre qui che ci congediamo dalla comunità civile. Una comunità che vive questo luogo, che potrà fermarsi a fare due chiacchiere sotto il nuovo portico nelle calde giornate estive oppure durante le uggiose giornate autunnali. Una nuova veste per il Palazzo del Comune, che rivedrà la piazza piena del mercato, i ragazzi seduti sui gradini nelle sere d'estate così come i genitori ad aspettare i bambini all'uscita della scuola. Questo, che è il luogo della comunità, è anche il luogo delle domande per conoscere e delle risposte date con coscienza e responsabilità. Attraversando la piazza, da oggi, anche i più piccoli osserveranno e sono quasi sicuro che non riusciranno a trattenere delle domande.

E' stato un percorso, condiviso con tanti ragazzi delle scuole da generazioni, con volontari ed associazioni, che ha visto momenti di riflessione, approfondimenti, concorsi, intitolazioni e viaggi della memoria. Oggi rendiamo visibile attraverso le opere di Nicola Zamboni e Sara Bolzani le sensibilità ed i valori che hanno da sempre caratterizzato questa comunità: l'amore per il territorio, la sua crescita e la sua cultura, il rispetto delle regole, la memoria, la legalità e il senso civico trasmesso attraverso l'esempio. Tutto questo nella consapevolezza che i valori e gli esempi non hanno confini geografici e temporali, perché anche fatti accaduti lontano da qui hanno segnato nel profondo le coscienze di molti di noi. Per questa ragione abbiamo scelto alcuni momenti che hanno segnato la storia del nostro paese. Sono punti di partenza, per generare domande nei bambini e negli adulti per confrontarci con gli altri, per cercare risposte, in un dialogo di valori.

Il Sindaco

Emanuele Bassi